Impariamo a imparare

L’ associazione “Impariamo a imparare”

L’ associazione “Impariamo ad imparare”, di cui questo blog rappresenta il manifesto, nasce dall’ esigenza di un gruppo di persone di studiare l’ apprendimento in tutte le sue forme per promuoverne l’ evoluzione e la diffusione in tutti gli ambienti, a tutte le età e in tutte le condizioni sociali.

L’associazione si propone come una rete di riflessioni, progetti, iniziative, scambi a livello locale e globale, imperniata sulla metacognizione, l’informatica della mente, l’ attivazione delle risorse personali individuali e collettive, l’utilizzo consapevole e sociale della tecnologia.

Noi riteniamo che l’ apprendimento rappresenti in primo luogo un potentissimo mezzo di sviluppo economico e sociale che a certe condizioni ha costo zero e comunque, se bene orientato, ha un rendimento altissimo.

D’ altro canto l’ apprendimento è un fenomeno comunque largamente diffuso e in larga parte spontaneo che può essere promosso nell’ ambito delle cosiddette iniziative di cittadinanza attiva. Imparare a imparare, a certe condizioni e per tanti aspetti, non costa nulla e rende invece enormemente, sia a livello individuale che di gruppo.

Dove, come e perché

Si può e si deve imparare dentro e fuori la scuola, in famiglia, nel tempo libero, sul lavoro. Imparare a suonare, a danzare, a fare sport, a usare le mani e il pensiero per inventare e per fare. Imparare a conoscere il mondo reale e le sue rappresentazioni virtuali. Imparare ad aumentare le proprie conoscenze e a risolvere problemi. Imparare da soli, imparare insieme, cominciando da bambini, per non finire mai di imparare. Mente, corpo, sensi, emozioni, conoscenza, produzione e condivisione di sapere ed esperienze.

Il progetto “Intelligence”

Tra i progetti più significativi che hanno promosso l’ apprendimento ricordiamo un progetto “Intelligence” ideato da Seymour Papert e da altri ricercatori del Mit per il Venezuela. Il progetto si proponeva di investire risorse per favorire l’ apprendimento nella fascia di età compresa tra i 10 e gli 11 anni. Questo investimento sembrava allora come quello a più alto impatto.

Imparare a imparare a qualunque età

Ma come non ricordare l’ importanza dell’ apprendimento continuo? Pensate alla figura di Rita Levi Montalcini, premio Nobel per la scoperta della crescita dei neuroni preposti all’ apprendimento e morta all’ età di oltre 100 anni ancora perfettamente lucida e presente a tutti i livelli… L’ Unione Europea promuove dei progetti sull’ apprendimento continuo a cui noi pensiamo di dover partecipare.

Commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...